Persa la Fiera di Vicenza grazie a Variati. Ora non si perda anche Aim

Il Corriere del Veneto, giovedì 17 c.m., ci racconta (conferma?) che l’operazione svolta con dinamicità dal presidente Lorenzo Cagnoni, diIEG, non di RiminiFiera/Fiera di Vicenza, ha previsto l’allontanamento dell’ex Dg Corrado Facco, il ridimensionamento del vice presidente Matteo Marzotto, anzi la sottolineatura che il vice la delega per la Borsa non l’ha mai avuta, e che saranno fatti importanti investimenti a Vicenza per la IEG. Chiaro: i vicentini rimangono al palo. Ovverossia sono ricondotti alla loro reale dimensione di soci di strettissima minoranza. Mi pare di ricordare, contro ogni autentica…

Read More

Zonin, il Presidente ignorante e i commissari indulgenti

Le risposte di Zonin davanti alla commissione parlamentare si possono sintetizzare in questo: Zonin era un presidente ignorante, nel senso che ignorava quasi tutto ciò che accadeva nella sua banca, ignorava perfino quello che molti sapevano anche all’esterno della sua Popolare. Operazioni baciate, assunzioni di raccomandati o di illustri pensionati, assunzioni strumentali di uomini ex Bankitalia o GdF, concessione di finanziamenti anche elevatissimi senza le dovute garanzie, ecc., erano tutte cose che venivano decise in altri ambiti dai quali lui era escluso. A sentir lui, la carica di presidente della…

Read More

Quale salvataggio delle Banche venete?

C’è un ritornello che torna costantemente  sulle pagine dei giornali, nelle TV, pronunciate sia da lettori  che spediscono lettere ai mass media sia da personalità politiche anche di alto livello: lo  Stato ha salvato le  banche venete. A me pare che le cose non stiano proprio così. Trovo sul quotidiano locale  una intervista  al signor Mauro Turatello che era, con la Signora Helga Boscato, coordinatore della Fabi, primo sindacato dei bancari, nella ex Banca Popolare. Ne traggo un  brandello che recita “ Falliti non sono i dipendenti, ma il top…

Read More

La Commissione parlamentare sulle banche deve poter lavorare

Qualcuno vuole bloccare i lavori della Commissione parlamentare sulle banche proprio nel momento in cui stanno venendo fuori cose interessanti sulle responsabilità di Bankitalia e di altri che avrebbero dovuto fermare gli squali della finanza che hanno rovinato decine di migliaia di famiglie e imprese. La scusa è che l’attività della Commissione non può interferire con la prossima campagna elettorale, come dire che in una competizione elettorale non bisogna essere informati sui comportamenti di grandi capi delle istituzioni pubbliche. E’ un ragionamento assolutamente inaccettabile perché noi abbiamo diritto di conoscere…

Read More

Replica a Cassese sul caso Baffi e Sarcinelli

Nell’articolo che pubblichiamo, l’economista Beniamino Andrea Piccone ricorda una vicenda di parecchi anni fa in cui il Governatore di allora della Banca d’Italia venne indegnamente attaccato perché stava facendo il suo dovere di controllore del sistema. Esattamente il contrario di quanto abbiamo visto oggi nel caso delle popolari venete. In quegli anni mi occupavo di banche e ricordo benissimo la vicenda.  Quanto scrive Beniamino Piccone è assolutamente vero. Come si fa ad accostare l’attuale azione della Banca d’Italia di Visco con quella di Baffi-Sarcinelli? Questi erano due galantuomini messi sul…

Read More

L’azione di Vigilanza sulle banche e i dati tenuti nascosti

La Commissione parlamentare sulle banche popolari si sta rivelando una opportunità unica per conoscere fatti e misfatti che hanno caratterizzato i comportamenti dei grandi capi (responsabili della gestione, direzione e controlli) della Popolare di Vicenza, di Veneto Banca, oltre che di altri istituti di credito al di fuori del Veneto. Inoltre, le audizioni sono l’occasione per portare alla luce importanti documenti, finora tenuti riservati o riservatissimi, che descrivono i comportamenti della Vigilanza di Bankitalia e della Consob. In particolare, con specifico riferimento alla banca guidata da Zonin, un precisissimo articolo…

Read More

Lettera di Mario Balbo sul ricambio al vertice di Banca d’Italia

Riportiamo il testo della lettera, non pubblicata, che Mario Balbo ha inviato a Repubblica sul ricambio al vertice di Banca d’Italia  Alla Redazione di REPUBBLICA Alla particolare attenzione del dr. Eugenio Scalfari e del dr. Ezio Mauro. Gli articoli del dr. Scalfari di giovedì scorso e di oggi e del dr. Mauro di ieri sul vostro quotidiano mi hanno lasciato sconcertato. Oltre al pregiudizio ingiustificato su Matteo Renzi che, al di là delle ricostruzioni giornalistiche, aveva concordato con Paolo Gentiloni il documento sulla esigenza di un ricambio al vertice della…

Read More

don Marco Bedin scrive a Gianni Zonin

Sulle vicende della Banca popolare di Vicenza il parroco di Ospedaletto don Marco Bedin ha scritto la lettera che si riporta Signor Zonin, le racconto una storia: un giorno Gesù passò a Gerico e alzando gli occhi dalla folla vide un uomo arrampicato su un sicomoro. Lo fissò e si autoinvitò a mangiare a casa sua. Durante il pranzo questo ricco (ma non tanto onesto) signore di nome Zaccheo si alzò e disse: «ecco Signore, io do la metà dei miei beni ai poveri; e se ho frodato qualcuno restituisco quattro volte tanto».  Vede signor…

Read More

Le porte girevoli da Bankitalia a BPVi

Vicenza Più con il suo direttore Coviello entra a piedi giunti sugli intrecci creatisi tra BPVI e Banca Italia nel passaggio di personale tra i due Istituti Le porte girevoli da Bankitalia a BPVi c’erano, eccome: lo conferma la smentita di Ignazio Visco, lo “documenta” a Pier Ferdinando Casini un ex dirigente di Via Nazionale   Di Giovanni Coviello (Direttore responsabile) Le porte girevoli denunciate dallo stesso presidente della Commissione d’inchiesta sulle banche Pier Ferdinando Casini, quelle da cui si usciva da Banca d’Italia per entrare negli istituti prima “vigilati, segnatamente nella BPVi di Gianni Zonin, non sono…

Read More

Ignazio Visco: appello al Presidente della Repubblica

Il mandato di Ignazio Visco a Governatore della Banca d’Italia sta per scadere e il Presidente della Repubblica dovrà provvedere alla riconferma o alla nomina di altra persona. A nome di una serie di cittadini di Vicenza, rappresentativi di associazioni culturali e di movimenti di diversa origine politica, è stato rivolto un appello al Capo dello Stato affinché non venga rinominato l’attuale Governatore. Le vicende gravissime della Banca Popolare di Vicenza, ormai ex, evidenziano come l’azione della Banca Centrale preposta al controllo non sia stata all’altezza del suo compito. Questa…

Read More