Amministrazione Variati - Promesse disattese In Evidenza 

Avevamo promesso tanto, non vi avevamo detto a che costo

PIZZICOTTI SECONDA SERIE    dalle  “LINEE PROGRAMMATICHE DI MANDATO2013-2018- Versione definitiva del 24.07.2013 –Presentate in Consiglio Comunale il 25 luglio 2013 e votate il  26.7.2013 ( ore 0,16)

PROSEGUIRE IL LAVORO INIZIATO, questo è l’intendimento della nuova legislatura amministrativa  guidata dal sindaco Achille Variati. Era  speranza di molti che  le chiacchiere del, primo mandato  si concludessero e che  nel nuovo quinquennio l’amministrazione  affrontasse con determinazione  i molti problemi insoluto del primo mandato. Dichiarare in apertura  delle Linee programmatiche che si proseguirà  sul vecchio binario degli annunci, non è stata una piacevole sorpresa. Diamo un primo assaggio del rendiconto che viene  fornito anzitutto al  nuovo Consiglio Comunale e poi alla cittadinanza.

Cito, dalle Linee Programmatiche  sopra indicate, alcuni frammenti:  “……sono stati realizzati 750 cantieri stradali per asfaltature e marciapiedi………… 29 chilometri di nuove piste ciclabili hanno quasi raddoppiato le rete esistente portando da 35 a 64 i chilometri totali per la sicurezza della ciclabilità……………. Il verde pubblico a disposizione dei cittadini nel nuovo piano urbanistico raddoppia da 2,2 a 4,5 milioni di metri quadrati e sono stati piantati 14.747 nuovi alberi in città. La raccolta differenziata è aumentata dal 47% al 65% con un incremento del 18% e le energie rinnovabili hanno prodotto1,14 megawatt da fotovoltaico pubblico…….. I parcheggi in area centrale saranno coerenti con il piano urbano della mobilità, con offerte in grado di permettere di liberare dalle auto piazze storiche oggi adibite a parcheggio.”

Un bel numero 750 cantieri stradali peccato che non si indichino le migliaia di buche  che  si sono verificate  dopo le asfaltature. Basta andare a sfogliare  le cronache  del quotidiano locale per trovare indicazioni molto puntuali sulle buche tanto da rammentare un  formaggio famosissimo, l’Ementaler ( nome derivato dal fiume Emental).

Sui kilometri di piste ciclabili sarebbe bene  procedere a una attenta verifica sia dello stato dell’arte sia  di come  sono state posizionate visto che tra restringimenti delle corsie automobilistiche, i percorsi sovrapposti ai marciapiedi, le improvvise curve senza visualità sono più un pericolo per ciclisti e pedoni che una sicurezza per tutti.
Sulle cifre relative al verde pubblico sarebbe  meglio stendere un pietoso velo visto che  il degrado di gran parte  di questo verde è tale da renderne praticamente inutilizzabile la maggior parte e una gran porzione, vedi Parco della Pace, oltre che a generare un costo pesante per la futura manutenzione, non è per nulla agibile semplicemente perché non è esiste ancora.
Oltre a  indicare quanti alberi  nuovi sono stati  impiantati sarebbe stato bene indicare quante piante storiche sono state tagliate.
Sull’aumento della raccolta differenziata, cosa apprezzabile, e sulla produzione di grandi quantità di fotovoltaico  pubblico oltre il compiacimento  non sarebbe stato male che si indicassero anche gli utili ricavati e che uso ne è stato fatto, visto che relative bollette sono sempre in crescita e mai in calo.
La piazza storica per eccellenza utilizzata come parcheggio è Piazzale Matteotti  che  fronteggia la Pinacoteca di palazzo Chiericati, uno dei capolavori del Palladio. Il parcheggio c’era nel 2008. Ancora nel 2013 e ancora oggi è lì e non si sposta.

M.G.

Vicenza 15 aprile  2018

Related posts

Leave a Comment