Amministrazione Variati - Promesse disattese In Evidenza 

Avevamo promesso la riqualificazione dell’architettura vicentina

Da VICENZA PIU’  del 05/04/2018

Pizzicotti n. 5 all’amministrazione Variati dieci anni dopo le sue Linee programmatiche per Vicenza “grandi opere”: le promesse alla Buonaparte

Di Mario Giulianati

“La città è interessata da una serie di interventi che riguardano alcune eccellenze architettoniche, come ad esempio la Basilica Palladiana, che identificano il nostro centro storico come patrimonio universale dell’UNESCO. Gli interventi in corso e quelli indicati in futuro saranno inseriti in un contesto più ampio ed articolato di riqualificazione urbana. Ogni singolo intervento di riqualificazione e restauro dovrà essere un’occasione di conoscenza di questo processo di rinnovo urbano, capace di comunicare in modo trasparente alla città i progetti in corso, i loro costi e i risultati attesi. Ad oggi sono coinvolte in progetti o interventi di restauro: la Basilica Palladiana, laLoggia del Capitaniato, le Colonne di Piazza dei Signori, i Giardini Salvi, SantaCorona, Palazzo Chiericati, Campo Marzio, Palazzo Cordellina”.

E poi “a tali interventi dovranno aggiungersi l’area di S.Biagio, le cinta murarie di epoca scaligera compreso porta Santa Croce,Piazza Matteottie il completamento del complesso di S. Corona,compresa l’area ora utilizzata a parcheggio,Palazzo del Territorio, Loggia del Palladio, Loggetta del Longhena ed edifici ex fiera e cinema ai Giardini Salvi.

Tutto quanto indicato sopra, è stato dichiarato in Consiglio Comunale il 20 giugno del 2008, dal neo eletto, allora, sindaco Variati e votato, a maggioranza, quella di Variati. Quindi un impegno solenne da rispettare assolutamente, almeno per la maggior parte. Invece ben poco di quanto è stato promesso allora è stato realizzato. Come lo stesso programma di Variati ammette le opere concluse erano state avviate e quindi  per la maggior parte finanziate al tempo della Giunta retta da Enrico Hüllweck, e cioè la Basilica Palladiana, la Loggia del Capitaniato, le Colonne di Piazza dei Signori, i Giardini Salvi, Santa Corona, Palazzo Chiericati, Campo Marzio, Palazzo Cordellina. Quelle promesse (sottolineate e messe in grassetto nel corsivo) dall’allora neo sindaco non mi pare, salvo un tratto delle mura, sia mai stato né avviato  né , tanto meno, completato. Ancora una volta attorno a tutto questo si è fatto  del rumore e nulla più. Una passeggiata, appena il tempo lo permette, consentirà, a chiunque lo desideri, di verificarlo. Mi rammento ora di un detto di Napoleone Buonaparte che recita: “Se vuoi avere successo a questo mondo, prometti tutto e non mantenere nulla.”. Mi pare proprio che  calzi perfettamente  con quanto sopra narrato.

Nota: Quella parte dei testi qui riportati in corsivo è del giugno 2008 e appartiene alle Linee programmatiche di governo relative al mandato amministrativo 2008-2013e presentate in Consiglio Comunale il 20 giugno 2008 con la firma del sindaco Achille Variati

 

Related posts

Leave a Comment