L’incredibile fantasia e creatività del vicesindaco Bulgarini d’Elci

Se  venisse organizzato un concorso nazionale , riservato agli amministratori comunali allo scopo di  premiare i più fantasiosi  credo che Vicenza, per merito, si fa per dire, del vicesindaco signor  Jacopo Bulgarini D’Elci, potrebbe aspirare   ad un posto sul podio. In  realtà  la fantasia del nostro eroe si  concentra  sulla persona del prof. Giovanni Carlo Federico Villa che, personalmente non credo abbisogni  dei buoni uffici di chicchessia per qualificarsi per incarichi relativi al mondo dell’arte, visto il suo curriculum. Ma tant’è, l’attenzione del sig. Bulgarini pare concentrarsi proprio sulla…

Read More

Sempre su Vicenza, città bellissima, con tanti forse e tanti ma…

Voglio bene alla mia città. Quando torno da qualche pur breve viaggio, il girare per le sue strade mi dà gioia e tranquillità . Tutto bene, allora? Non  penso proprio. Ragioni di spazio mi impongono solo una breve analisi superficiale sulle tante debolezze della cara Vicetia. Debolezze che non sono della città vera e propria, ma di chi la abita e di chi la amministra. La prima cosa che salta agli occhi è che, tranne il sabato sera e la domenica, quando c’è la discesa dai Comuni contermini e dalla…

Read More

Essere come la moglie di Cesare per i nostri (anche locali) politici

Un aspetto della attività pubblica di questi tempi mi pare stia prendendo piede  in maniera  piuttosto importante. Per quel poco che  so della partecipazione alla gestione della cosa pubblica il concetto di fondo, non sempre rispettato ma sempre presente, faceva si che un uomo ( o donna) impegnato in politica doveva essere come la moglie di Cesare, cioè al di sopra di ogni sospetto, sia nella vita pubblica che in quella privata. E’ un concetto che nasce  da un racconto di Svetonio (Vita dei dodici Cesari) e che  le cose…

Read More

Le ragioni del NO del vicesindaco Bulgarini d’Elci

Eccoci  nuovamente di fronte a “regole”che vanno certamente rispettate, ma mettendoci un briciolo di buon senso, cosa che ancora una volta pare proprio che non ci sia. Il presidente della Commissione Toponomastica è il ben noto vicesindaco signor Jacopo Bulgarini D’Elci che pare proprio abbia una sua personale ragione di dire no per il no, indipendentemente  dal buon senso, perché per tre richieste, avanzate da consiglieri sia di Maggioranza che di Minoranza, di un riconoscimento a tre illustri vicentini, per una ragione  o l’altra, trova il motivo per negare questa…

Read More

Il viale del tramonto di una Bellissima

Vicenza, la bellissima, ormai appare a un sempre maggior numero di vicentini, e ne parlano non solo le persone comuni ma anche giornalisti e personalità,  in una fase di decadenza. Decadenza non solo nella manutenzione dell’ambiente, e quanto è facilmente notabile da chiunque  faccia due passi in centro o in periferia, è indifferente,  ma anche nella tenuta  del livello del dibattito politico amministrativo, che peggiora ogni giorno e si riflette , tramite i mas media, sull’intera comunità. Un degrado e una caduta libera dello stile  della città, ma anche della…

Read More

BPVI: per ripartire serve assoluta trasparenza

Il dott. Alessandro Penati, presidente di Quaestio Sgr, patron del fondo Atlante, a Milano ha affermato che, senza l’intervento di Atlante, la ex Banca Popolare di Vicenza e la Veneto Banca,  si  sarebbero letteralmente volatilizzati. Le parole non erano proprio queste ma il concetto certamente sì. Al contrario Atlante sarebbe riuscito a “tirarle fuori” dal buco nero e a rimetterle, bene o male, in pista. Però il dott. Penati aggiunge che nelle due Banche si è trovato di fronte a una storia fatta di orrori oltre che di errori. Dichiara…

Read More

Achille Variati non ha imputato da statuto a Gianni Zonin il mancato rispetto del territorio

Vicenzapiù ha pubblicato la lettera di un lettore che riportiamo  Lettera di un acuto lettore sul disastro BPVi: Achille Variati non ha imputato da statuto a Gianni Zonin il mancato rispetto del territorio  Gent. direttore ing. Giovanni Coviello, le ho telefonato segnalandole che uno degli aspetti su cui chiedere conto al sig. sindaco Achille Variati, riguarda il mancato rispetto del territorio che – come sindaco – doveva imputare al sig. Gianni Zonin, in forza dell’art. 9 dello Statuto del Comune. Detto articolo pone in capo all’Amministrazione il dovere di curare…

Read More

Variati scarica l’amico Quero, senza una parola di comprensione

Il Giornale di Vicenza pubblica la notizia dell’arresto per droga, in Germania, di Matteo Quero. Non meraviglia tanto questo fatto, quanto la durezza delle parole con cui il Sindaco Variati scarica l’amico. Che il signor Matteo Quero se ne vada a spasso per l’Europa con un po’ di droga in auto potrebbe anche essere affar suo (se il possesso fosse finalizzato ad uso personale e non a spaccio). Dispiace, ma non meraviglia, e non è il caso di speculare su questo. Colpisce di più la reazione del Sindaco Achille Variati, il…

Read More

La COREIS aderisce al Patto Nazionale del Ministro Minniti con l’Islam Italiano

L’adesione della Coreis (Comunità Religiosa Islamica Italiana) al patto nazionale predisposto dal ministro dell’Interno Minniti (vedi più sotto) è una buona notizia, perché essa significa l’impegno, anche formale, a partecipare ad una battaglia culturale per la legalità e la tolleranza religiosa, contro ogni fondamentalismo. Poiché la Coreis rappresenta una parte del mondo islamico, e soprattutto di nostri concittadini italiani che sono entrati nell’Islam, questo impegno presuppone un confronto che fughi dubbi e che risponda a una serie di domande. Le prime, che qui proponiamo, nascono dalla constatazione di ciò che…

Read More

La Germania non è l’Europa e l’Europa non può essere la Germania

In Europa c’è’ un “problema Italia”? Certamente sì, ma quello più grosso è il “problema Germania”! Per questo, ricordare il ruolo politico e militare svolto dai tedeschi negli ultimi due secoli forse può aiutare a capire alcune preoccupazioni dell’oggi. Pensiamo, ad esempio, alla fase politica dei risorgimenti nazionali a metà ‘800, quando le mire espansionistiche della Prussia furono all’origine di conflitti che un po’ alla volta coinvolsero tutto il Vecchio Continente. Molte delle questioni create da quei conflitti furono poi all’origine della Grande Guerra ’15-’18, che gli imperi centrali provocarono…

Read More