Focus TAV In Evidenza 

Riflessioni sul progetto di affiancamento della Tav all’autostrada A4

tav-vicenza.pervicenzaSul Giornale di Vicenza del 29 giugno scorso  è presente un articolo che riguarda un progetto di affiancamento della Tav all’autostrada A4 avanzato da una parte politica.

Si tratta di una proposta di buon senso da perseguire a prescindere da appartenenze politiche . Essa prende spunto poi dal non casuale stop ad Altavilla del progetto che da Verona si avvicina a Vicenza. Nell’articolo non è fatto cenno anche alla deviazione, sempre lungo la nuova linea, dei treni merci in solo transito con conseguente alleggerimento di transiti attraverso  la nostra Città e drastica riduzione di inquinamento acustico. E poi è da considerare che a Grisignano di Zocco le ferrovie stanno allestendo un nuovissimo e ampio scalo merci utile per le aziende della nostra provincia.

Per quanto concerne i treni super veloci Vicenza non perderebbe nulla perché fruirebbe solo di quelli per i quali è prevista la fermata in Città.
Potrebbe poi essere previsto l’agognato diretto collegamento con Roma con partenza nella prima mattinata e rientro nella tarda serata. È un appello da rivolgere alla politica e alle categorie economiche per il bene di Vicenza.

Quando anni fa furono portate a tre per senso di marcia le corsie dell’autostrada A 4 nessuno mise in discussione la realizzazione di due nuove gallerie, quindi non è pensabile che farne un’altra più stretta per la tav comporti sconvolgimenti geologici e metta a rischio alcunché.
È da chiedere di affrontare anche l’impossibile affinché venga evitata la devastante sciagura del forzato esclusivo passaggio della Tav attraverso Vicenza e conseguente abbattimento di case, capannoni e sconvolgimento dell’assetto viario cittadino.

Matteo Serra

Related posts

One Thought to “Riflessioni sul progetto di affiancamento della Tav all’autostrada A4”

  1. ornella dal lago

    gentile sig. Serra,
    forse prima di lanciare soluzioni, dovrebbe studiare bene il territorio e quante persone vivono nel tratto già devastato da autostrada e tangenziale sud.

    ornella dal lago

Leave a Comment