Contrastare i tifosi dei terroristi

Ciò che sta avvenendo nel mondo, dopo la serie ormai interminabile di attentati perpetrati da fondamentalisti islamici, richiede che ognuno di noi scelga e dichiari da quale parte ha deciso di stare rispetto al terrorismo. Si possono avere molti punti di vista diversi su come risolvere i problemi sociali del mondo ma la condanna verso le finalità e i metodi del fondamentalismo deve essere chiara e forte. Allo stesso modo, non possiamo permettere che i sostenitori del fondamentalismo scorazzino indisturbati sul territorio nazionale, siano presenti nelle nostre istituzioni, diffondano il…

Read More

L’insostenibile pesantezza delle polveri sottili

Noi che viviamo nella pianura Padana – l’altra Padania è solo nella fervida fantasia del ‘senatur’ – siamo condannati a convivere con un inquinamento che sarebbe degno di maggiori attenzioni da parte della cosa pubblica. Ricordo, ancora con sdegno, la prima volta che vidi una ripresa satellitare di questa vasta area. C’era un’incombente nuvola di porcherie che faceva riflettere su quello che respiriamo ogni giorno. La cosa, anche se è sempre nel mio conscio, si è fatta più pressante quando ho letto del vertice mondiale a Parigi sull’aumento di temperatura…

Read More

Chiarire il ruolo di BpV, e del suo Presidente, nella Fondazione Roi

  Il professor Mario Giulianati, profondo conoscitore della politica culturale di questa città, ha già aperto su questo blog il tema della Fondazione Boso-Roi indicando con chiarezza la necessità di approfondire alcuni aspetti della sua gestione che, in qualche modo, sono stati condizionati dalle note e non entusiasmanti vicende della Banca Popolare di Vicenza. Poiché la Fondazione fu creata per la valorizzazione del sistema museale del Comune di Vicenza, credo sia urgente che il Sindaco e gli amministratori competenti si impegnino a chiarire bene i punti che richiamerò qui sinteticamente.…

Read More

Patrimonio artistico vicentino e sgraditi ospiti

  Alla fine della settimana scorsa il Museo di Castelvecchio è stato assalito da un gruppo di uomini armati che hanno operato, praticamente indisturbati, rapinando il Museo e prelevando diciassette opere d’arte, una buona parte di capolavori di altissimo livello. Da che ho memoria, i furti nei musei e in luoghi diversi, comprese le chiese, sono stati effettuati con destrezza, evitando di utilizzare armi e, soprattutto, di assalire platealmente i luoghi consacrati alla custodia dell’Arte. Salvo ovviamente quanto hanno fatto i terroristi che, in giro per il mondo, alla rapina…

Read More

India ed oscurantismo religioso

E’ veramente preoccupante questo ritorno dell’utilizzo della religione come strumento di controllo dei popoli e delle singole persone. Un po’ tutte le religioni hanno cercato nel tempo di acquisire un potere politico. Alcune lo hanno avuto fin dalla nascita, come l’Islam, altre lo hanno acquisito successivamente, come il Cristianesimo dopo l’Editto di Costantino e poi con Teodosio il Grande, nel 380 d.C., che eleggeva il Cristianesimo a religione di stato. Ma in tempi più recenti, con l’avvento delle democrazie moderne, il Cristianesimo ha via via perso questo ruolo e, soprattutto,…

Read More

Europa parte seconda

Sono un vecchio europeista che riconosce le eccellenze che esistono nel proprio paese, ma che ritiene un meticciato culturale, etico, comportamentale, politico ed economico siano elementi che si possano condividere con altre popolazioni della zona europea, anche se, e a maggior ragione, in passato, i rapporti sono stati quelli che tutti sanno. Ora, con un’Europa di ventotto paesi, di cui diciannove con la stessa moneta, con un mercato comune e con tanti, ancora flebili, motivi di lavoro in comune, c’è un paese di etnia anglosassone, ma sicuramente da annoverare come…

Read More

La posizione di pervicenza sui fatti di Parigi

I fatti accaduti a Parigi sono l’ultima conferma del disegno terroristico legato al fondamentalismo islamico. Le Democrazie occidentali sono tutte sotto tiro e per non soccombere alla barbarie devono trovare il massimo d’intesa sul piano politico e militare. Onoriamo le vittime di Parigi reagendo con determinazione contro gli assassini che dicono di agire nel nome di un dio dell’orrore che esiste solo nella loro testa. In questi quattordici anni dall’11 settembre 2001 c’è una domanda che si ripropone in modo sempre più inquietante: l’Europa e l’Occidente democratico sono in grado di…

Read More

Banca Popolare di Vicenza: la testa sul ceppo?

Un tempo, ormai lontano, Vicenza, piccola ma non modesta città di provincia in una altrettanto non modesta provincia, aveva un passato legato a un mondo prevalentemente agricolo e artigianale autentico, di piccolissime aziende manifatturiere e poche aziende di media e grande dimensione. Non mancavano un buon corpo di professionisti , alcune scuole di buon livello che risultarono strategiche per il suo sviluppo, e tre banche: Cassa di Risparmio, Banca Cattolica e Banca Popolare di Vicenza. Tre pilastri su cui appoggiava l’economia del tempo e sui quali si sviluppò la trasformazione…

Read More

La banca dei misteri, anche se non tutti gloriosi

Movimenti interni alla Popolare di Vicenza.  Azioni esterne di soci per impedire che la banca perda la sua identità. Perplessità su Iorio e ipotesi sull’uscita di Zonin I lettori che lo fanno per svago, probabilmente, si annoieranno, ma i lettori-cittadini che sono interessati alle cose della loro città e, parecchi, anche alle loro tasche, non credo proveranno tedio per queste mie righe sulla Popolare. Riparliamo della nostra Popolare di Vicenza. Quando il dott Iorio subentrò al precedente Ad e direttore generale, pensai si fosse ad un buon punto per disinfestare la…

Read More

Sempre la cara Banca Popolare di Vicenza

Pensavo di avere già espresso con chiarezza il mio punto di vista sulla banca e sui suoi attori principali, ma non è così. Aspetto di leggere le divertenti note del signor Berton sugli ultimi avvenimenti, ma, nell’attesa, voglio, anch’io, fare qualche chiosa. Partiamo dalla presidenza dell’Istituto. Gianni Zonin non si è ancora dimesso e già si sta per nominare il successore. Significa che tra poco il CdA della banca formalizzerà la nomina di Dolcetta tout court? Da chi è stato scelto il successore? Si conoscono le sue idee sui destini…

Read More