Democrazia a botte/2

demopubblichiamo un altro commento sulla questione dei Centri Sociali e Forza Nuova.

Ogni parola può essere motivo di interpretazione, come ogni legge a partire dalla Costituzione.
Interpretare è un modo di creare, o semplicemente ricreare. Oppure disfare per fare un’altra cosa.
Si interpreta una commedia, una tragedia, e la prima diventa la seconda e viceversa. Alla fine si partorisce una tragicommedia. Così come è avvenuto in questi giorni quando gli ignari cittadini vicentini sono stati sommersi dalle grida di dolore libertario lanciato dai componenti la variatiana amministrazione guidata dal fidatissimo vice, certo Bulgarini d’Elci che interpreta una parola, una sola parola e la fa diventare un peana. Una parola che è diventato di moda interpretare a proprio uso e consumo. In quanto a consumo qui si è consumato un bel po’ di credibilità di una maggioranza consigliare che sembra non sappia proprio cosa sia la Costituzione. Un movimento, Forza Nuova, torna anche quest’anno a Vicenza per consumare un rito tramite un convegno. In luogo privato su di un argomento alquanto di attualità seppur altrettanto logoro e anche lui consumato : cosa ci stanno a fare gli americani in città. Stesso argomento e stesse parole di altri signori appartenenti a circoli antagonisti. Ma questi sono di sinistra e quelli, FN, son di destra. Quindi vanno cacciati dalla città.
Lancia in resta il vicesceriffo Bulgarini ribadisce che la democrazia lui la rispetta, anzi la ama, la difende proprio dichiarando che FN a Vicenza non è gradita e che non la vuole così come non la vogliono un gruppone di giovanotti accompagnandosi con gli ex No Dal Molin del centro sociale Bocciodromo, noti in città per il loro storico impegno antiamericano ( cosa questa che dimostra la verità del detto che gli estremi si toccano) che si da da fare per cacciarli e non trova altro modo che scatenarsi contro la Polizia. In nome della libertà di parola garantito dalla Costituzione e, come è apparso in questa situazione, garantito da una amministrazione che fa della libertà e della democrazia una sua personale proprietà.
In fondo è solo una questione di interpretazione.

Share This Post

Post Comment